Disturbo delirante

 Vento, Vincet Van Gogh

Il disturbo delirante è caratterizzato da almeno 1 mese di deliri senza altri sintomi psicotici.

I deliri sono convinzioni false fortemente sostenute e non passibili di modifica alla luce di evidenze contrastanti. Il contenuto può comprendere diversi temi I ed essere più o meno bizzarro o plausibile:

  • Persecuzione (la convinzione di essere oggetto di aggressioni, danneggiamenti e molestie)
  • Riferimento (la convinzione che certi gesti, commenti, stimoli ambientali sono diretti a se stessi)
  • Grandezza (quando si crede di avere eccezionali capacità, ricchezza o fama)
  • Erotomanici (quando si crede erroneamente che un'altra persona sia innamorata)
  • Nichilistici (la convinzione che si verificherà un evento catastrofico)
  • Somatici (preoccupazioni che riguardano la salute e il funzionamento degli organi)
  • Di controllo (quando si crede il proprio corpo e le proprie azioni siano sotto il controllo di qualche forza esterna)

F. Bacon, study for a portrait

  • Criteri diagnostici per il DSM-V:
    1. La presenza di uno (o più) deliri con una durata di 1 mese o più.
    2. Il criterio A per la schizofrenia ( che include altri sintomi quali allucinazioni, eloquio disorganizzato, comportamento disorganizzato e sintomi negativi) nonè mi stato soddisfatto.
      Nota: le allucinazioni, se presenti, non sono preminenti e sono correlate al tema delirante.
    3. Il funzionamento, a parte l'impatto del/dei delirio/i o delle sue ramificazioni, non risulta compromesso in modo marcato, e il comportamento nonè chiaramente bizzarro o stravagante.
    4. Se si sono verificati episodi maniacali o depressivi, questi sono stati brevi rispetto alla durata dei periodi deliranti.
    5. Il disturbo nonè attribuibile agli effetti fisiologici di una sostanza o un'altra condizione medica e nonè meglio spiegato da un altro disturbo mentale.
call

Fissa un colloquio

Contatta la Dr.ssa
Elena Pasquali

phoneCell: 347 1445731

emaile.pasquali3859a@ordpsicologier.it